Acetoneimg

Acetone

Acetone: cos'è, cause, sintomi, trattamenti e rimedi in farmacia

L'acetonemi , comunemente conosciuta come acetone, è una condizione sintomatica di un disordine metabolico che accompagna diverse malattie e che si caratterizza per la presenza di corpi chetonici nel sangue. È disturbo particolarmente frequente nei bambini tra i 3 ei 10 anni di età e può presentarsi come conseguenza a numerose condizioni come ad esempio il digiuno prolungato, la dieta ricca di grassi e povera di zuccheri, l'inappetenza. L'acetone può anche rappresentare un campanello di allarme: episodi di acetonemia associati ad iperglicemia, ad esempio, si trova in caso di diabete sia di tipo 1 che di tipo 2. Nell'adulto può essere una conseguenza di assunzione di stupefacenti, cirrosi epatica, forti stress o digiuno prolungato.

Che cos'è l'Acetone?

L' acetone o l'acetonemia consiste nell'accumulo patologico di corpi chetonici nel sangue, in particolare l' acetone. Si tratta di un disturbo metabolico, molto più comune nei bambini, ma possibile a qualunque età, innescato da una carenza di zuccheri. In caso di calo delle "scorte" di zuccheri, l'organismo produce l'energia necessaria andando a demolire gli acidi grassi, il processo che una sua volta produce un'eccessiva quantità di corpi chetonici. Le cause dell'acetone possono essere dovute a difetti metabolici, come quelli che si trovano in caso di diabete mellito, o nutrizionali, come un'alimentazione squilibrata e povera di carboidrati, ma anche l'anoressia o uno stato febbrile. Il disturbo, generalmente, si manifesta con vomito, mal di testa, sete intensa, sonnolenza. Anche l'alitosi, con caratteristico odore di acetone, è uno dei sintomi più frequenti di acetonemia.

Quali sono le cause dell'Acetone?

Le cause di acetone includono tutte quelle condizioni che comportano una carenza di zuccheri, come:

  • stress prolungato, che può comportare scompensi metabolici importanti;

  • disidratazione e / o digiuno;

  • dieta errata con eccessivo apporto di grassi;

  • indigestione;

  • uso di sostanze stupefacenti;

  • uso di alcolici;

  • sforzi fisici molto prolungati o intensi, che comportano un grande dispendio di energia;

  • vomito causato ad esempio da una gastroenterite.

Talvolta, anche il digiuno notturno lo può scatenare: nei bambini, in particolare, è piuttosto comune che sia presente acetone al mattino. Questo si manifesta con un lieve malessere ed una lieve inappetenza.

Quando l’acetone si presenta negli adulti, nella maggior parte dei casi si tratta di una malattia del metabolismo e, per questa ragione, è necessaria approfondirne l’origine. La patologia potrebbe essere una conseguenza di malattie molto serie come diabete mellito, problemi al sistema nervoso, malattia al pancreas, digiuno prolungato o alcolismo.

Quali sono i sintomi dell’Acetone?

I sintomi dell’acetone non sono uguali per adulti bambini. Poiché sono diverse le cause che provocano questa condizione anche i sintomi possono esseri diversi. In particolare, negli adulti i sintomi sono:

  • stanchezza e sonnolenza;

  • perdita di peso;

  • aritmie cardiache;

  • disturbi neurologici;

  • poliuria (aumento della diuresi);

  • calo della pressione arteriosa;

  • polidipsia (aumento della sete).

I sintomi nei bambini, invece, sono:

  • vomito;

  • malessere e mal di testa;

  • sonnolenza e debolezza;

  • bocca secca;

  • facile irritabilità;

  • alitosi;

  • lingua ricoperta da una patina bianca.

Come prevenire l’Acetone?

Il primo intervento per prevenire l’insorgenza di acetone è quello di seguire un regime alimentare bilanciato, che non escluda del tutto i carboidrati, e garantisca un’ottima idratazione. Ovviamente, sono sconsigliati i periodi lunghi di digiuno perché obbligherebbe l’organismo ad esaurire velocemente le riserve di zuccheri. È consigliato anche svolgere un’adeguata attività fisica, non particolarmente intensa e/o prolungata. In caso di acetone è bene evitare anche alcuni alimenti: cibi ricchi di grassi di origine animale (uova, insaccati, formaggi, carni rosse), cibi fritti e merendine confezionate; è, invece, consigliato l’utilizzo di cibi, quali: succhi di frutta, legumi, verdura, pasta, cereali, pane, marmellate, pesce e carni bianche, tisane zuccherate e, in particolare, aromatizzate allo zenzero che è tra i rimedi migliori contro il vomito.

Quali sono i trattamenti e i rimedi efficaci contro l’Acetone?

In presenza di acetone, si può intervenire sulla sintomatologia grazie a alcuni specifici rimedi che riducono il senso di nausea ( antinausea ), sostengono il fisiologico metabolismo degli zuccheri, vitamine e minerali persi attraverso il vomito acetonemico. Anche l'utilizzo di integratori che agiscono sul metabolismo degli zuccheri o integratori a base di glucosio, vitamina B6 e potassio sono ottimi rimedi utilizzati nei casi di acetone.

Mostra come Griglia Lista
Ordina per

6 elementi

per pagina
Biochetasi Disturbi Gastrici granulato effervescente 18 bustine
Prezzo speciale 9,80 € Prezzo predefinito 11,50 €
Chetonex  vitamine e sali minerali14 bustine
Prezzo speciale 9,92 € Prezzo predefinito 9,99 €
Chetodral 10 bustine
Prezzo speciale 11,21 € Prezzo predefinito 12,80 €
Nauped gocce di vitamine&minerali 30ml
Prezzo speciale 16,27 € Prezzo predefinito 18,90 €
Body spring cromo picolinato 60 compresse
Prezzo speciale 11,70 € Prezzo predefinito 15,50 €
P6 nausea control gocce antinausea bambini e adulti 30 ml
Prezzo speciale 9,92 € Prezzo predefinito 11,90 €
Mostra come Griglia Lista
Ordina per

6 elementi

per pagina